Ripensare la terapia psicofarmacologica

Teoria della ipersensibilità alla dopamine:
asserisce che neurolettici possono produrre una ipersensibilità alla dopamine che a sua volta può portare a sintomi psicotici e discinetici, è cioè, a disturbi del movimento volontario.
Anti-psicotici possono causare un restingimento del volume del cervello causando la comparsa di sintomi negativi della schizofrenia: piattezza dell'umore, isolamento, difficoltà relazionali.
In uno studio del 2012 sono state esaminate le resonanze cerebrale per immagine di 43 pazienti con primo episodio psicotico. Ricercatori europee hanno determinato che una perdita del volume di materiale grigia era significativamente maggiore nei pazienti trattati con anti-psicotici.

Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani - La verità sulla Psichiatria

L'utilizzo di psicofarmaci possono intorpidire le emozioni, causare impedimenti cognitivi e provocare sintomi dissociativi. I benefici non valgono la candela secondo la comunità scientifica.
Quest'anno 2014: L'Associazione Psichiatrica Britannica suggerisce alla comunità scientifica un ripensamento all'utilizzo di anti-psicotici con persone con disturbi e problemi mentali.
La Finlandia ha costruito un Modello selettivo dell'utilizzo degli anti-psicotici con risultati straordinari nell'esito delle cure. Vedi pagine su Open dialogue.
Cordiali saluti
john curcio
Ciao!
Prova a creare la tua pagina web come me! E' facile e lo puoi provare gratis
ANNUNCIO