Percorso di Coppia

Matrimonio e famiglia:
Alla base di un sistema familiare relazionale stabile cé un rapporto di coppia capace di essere resiliente, consapevole e in grado di crescere assieme alla famiglia.
Rapporto di coppia in disarmonia:
La riflessione possiede tre dimensioni:
recettività - essere aperti alle possibilità e probabilità,
auto-osservazione - monitorare se stessi,
riflessività - la capacità di percepire la mente in noi stessi e nelle altre persone.
La famiglia nel suo essere un sistema armonico, consapevole e curante della propria mente relazionale ritrova benessere ed equilibrio nella vita.
Disequilibrio e disarmonia che crea disagio, disequilibrio disarmonia e frustrazione

Relazione - convivenza - sintonia

Le difficoltà relazionali e di convivenza aumentano progressivamente in tutte le coppie quale naturale conseguenza della convivenza stessa. Ci sono coppie che rimangono aperti, disponibili o resilienti a ciò che accade e li coinvolge nella relazione - evitando un prematuro irrigidimento della percezione, comprensione e interazione. Sono in grado di sostenersi reciprocamente e di essere adattive.  

Altre, invece, si perdono nel caos e confusione delle problematiche ostacolando la funzione regolatorio della mente a monitorare e modificare il flusso di energie e informazione correttamente. Diventano rigidi, litigiosi, irritabili e tendenti ad una facile frustrazione verso la soluzione di varie tipologie di problemi. 
Queste coppie hanno un urgente bisogno e necessità di ritrovare integrazione e di spostare la relazione su un piano di maggiore flessibilità, coerenza, e stabilità. 

Nel cervello, in particolare nelle regioni prefrontali centrali, un senso di integrazione migliora il coordinamento e la stabilità dei diversi schemi di attivazione neuronale. 

Ovviamente non siamo coscienti di cosa accade nel nostro cervello, ma dobbiamo essere consapevoli che il nostro comportamento e cosa accade nel nostro cervello non sono processi distinti e separati. 

Più facciamo attenzione ai particolari, all'aspetto delle cose, ai rumori, ai sapori, alle sensazioni sulla pelle, alle reazioni fisiologiche del corpo, più facilmente il cervello riuscirà a ricreare qualunque momento che abbiamo vissuto.

Coltivare la capacità della riflessione promuove la resilienza e può coinvolgere il circuito neurale delle funzioni esecutive.

Le aree prefontali del cervello possono mediare dimensioni diversi della mente, promuove la sua crescita e la sintonizzazione nella neuroplasticità.

Per quanto usare i sensi per ricostruire un'esperienza sia esaltante, nulla sia meglio della nostra capacità di riportare alla mente sensazioni fisiologiche che abbiamo provato. Un modo ideale per tornare alla consapevolezza del presente, senza sottoporla ad analisi cognitiva né ad alcun giudizio di valore è di farsi trasportare fisicamente e emotivamente al ritmo del corpo. 

Più resto consapevole di quello che il mio cervello dice e delle sensazioni fisiche che quei pensieri mi provocano, più mantengo la capacità di decidere a che cosa voglio pensare e come voglio sentirmi.

La salute mentale di una società è determinata dalla salute mentale dei cervelli che le danno forma.

Cordiali saluti
john curcio
Ciao!
Prova a creare la tua pagina web come me! E' facile e lo puoi provare gratis
ANNUNCIO