Risonanza - Resonance

Presenza e Sintonia insieme costituiscono le base dell'atteggiamento empatico che a sua volta è responsabile dei cambiamenti fisiologici mentre siamo in uno stato di risonanza con gli altri.

Presenza-Sintonia-Risonanza
Risonanza è il mettere insieme due entita autonomi come presenza e sintonia per completare il tutto nella sua pienezza. 

Quando la risonanza è compiuta con positiva considerazione, una profonda sensazione di coerenza emerge per creare un soggettivo sentimento di armonia. Spesso ci sentiamo vicini o ascoltati o visti da un altra persona quando notiamo che egli è focalizzato su di noi ed è riuscito a portarci nella sua mente.

La risonanza ci porta oltre la comprensione e ci spinge verso l'impegno, verso un intimità maggiore, verso l'esperienza di auto-osservazione e la consapevolezza che abbiamo bisogno uno dell'altro e che la nostra essenza di chi siamo come individui è costantemente creato dall'evolversi della nostra interiorità e dalle nostre relazioni. 

La persona viva vede se stesso all'interno di un processo elastico nella quale può fluire tra contatto e distacco, attività e passività, amare e odiare. 

Presenza-Equilibrio

La capacità di rimanere nel presente ci aiuta a prenderci responsabilità delle nostre azioni e del nostro sentire.

Possiamo anche sbagliare nel nostro comportamento quotidiano, nei confronti degli altri e verso noi stessi, ma la capacità di rimanere focalizzati sul presente ci aiuta ad essere autentici e a minimizzare la tendenza a complicare tutto con ossessioni mentali ripetitivi.

Conoscere la propria storia è importante per dare un senso ai processi e schemi di attaccamento. E' un modo fondamentale di monitorare il modo in cui ci mettiamo in relazione con gli alri.

Contrasto-Disequilibrio-Malattia
La persona "morta" metaforicamente è disconnesso, la sua mente e il suo corpo in contrasto. Egli è propenso a sviluppare malattia, ipertensione, ulcera, colite, asma e altro perché ascolta e si fida di quello che "dovrebbe" e non nel suo funzionamento naturale.

Si sente intrappolato e si vede vittima di forze esterne e non si sente responsabile per quello che gli succede. Pensa spesso al passato e al futuro e conseguentemente ha perso largamente la capacità di esistere nei suoi sensi nel presente.  

Trauma

Le tante difficoltà presenti nel cammino della nostra crescita - dall'infanzia all'età adulta - spesso è responsabile del modo in cui costruiamo presenza, sintonia e risonanza. E' quando gli eventi della vita, a qualsiasi età, sono eccessivamente opprimenti lo stato di integrazione è limitato e può spingerci ad elaborare schemi di attaccamento di tipo frammentato. il percorso di trauma inizia in questo modo.

Siamo comunque in grado di modificare le situazioni dolorose del passato attraverso un percorso di miglioramento dello stato di presenza, di sintonia con se stesso e con gli altri per arrviare a sentirsi in risonanza con il tutto.    

La capacità di entrare empaticamente in contatto con Se stesso e con gli altri è il risultato di una profonda risonanza.
Un attenta consapevolezza crea presenza e sintonia e un contatto profondo.
Coltivare presenza educa la mente a rimane focalizzato e libero di ricevere sentire e di agire senza crearsi degli ostacoli.
Cordiali saluti
john curcio
Ciao!
Prova a creare la tua pagina web come me! E' facile e lo puoi provare gratis
ANNUNCIO